Back to top

La COVID fa la storia

Una piattaforma per i musei di tutta Europa

La Casa della storia europea ha avviato un progetto volto a raccogliere testimonianze della vita in Europa durante la pandemia, intitolato provvisoriamente "Documentare la COVID". Finora il progetto si è incentrato sugli aspetti della solidarietà, della speranza e della creazione di un senso di appartenenza. La prossima fase prevede la condivisione delle esperienze e dei risultati delle varie azioni di raccolta di numerosi musei. Questi due aspetti insieme ci permettono di connettere, confrontare e comparare le esperienze con un pubblico di tutta Europa.

Royal Albert Memorial Museum, Regno Unito - Eroi del lockdown I

Royal Albert Memorial Museum, Regno Unito - Eroi del lockdown II

Irish Linen Centre & Lisburn Museum — Covid-19 ed io

Archivio MAS & Felix, Anversa, Belgio — "Archivi del Coronavirus"

Museo nazionale Lituano, Lituania – "Chi racconterà la storia della COVID-19 nel museo in un lontano futuro?"

Fondazione del Museo delle poste e telecomunicazioni, Berlino, Germania – "Comunicazioni al tempo della COVID"

Gallery Oldham, Regno Unito – "Oldham's Lockdown Museum"

Museo nazionale del Liechtenstein, Liechtenstein – "Vita quotidiana ai tempi della COVID-19"

Historic England, Regno Unito – #PicturingLockdown

Musée de la Vie wallonne, Belgio – "Illustrare la crisi sanitaria"

Perth Museum & Art Gallery, Scozia – "The Local Covid Experience"

Museo ungherese all'aperto, Ungheria – "Esposizione virtuale di mascherine"

Museo Nacional de Antropología (Madrid) - "Progetti sulla COVID"

Museo nazionale della Finlandia - "Raccolta di fotografie"

Museo etnografico sloveno - "Raccolta di barzellette sul coronavirus"

Museo della Contea di Monaghan, Repubblica d'Irlanda - "Testimonianza della nostra esperienza"

Museo etnografico, Ungheria - "Oggetti della quarantena"

Museo nazionale della Danimarca - "Opere d'arte digitali sulla COVID-19"

Museo Vesthimmerlands, Danimarca - "Ritratto della COVID"

La Fonderie, Belgio - "Confinamento intimo"

Museo nazionale di arte contemporanea, Romania - "Laboratorio artistico della quarantena di UNARTE"